ERC Starting Grant a IMT per studiare il sonno

Ha avuto solo il tempo di festeggiare l’Early Career Award della International Brain Research Organization (IBRO) e subito si è rimesso al lavoro a testa bassa Giulio Bernardi (vedere Brainfactor dell’11/9/2019).

L’instancabile ricercatore in neuroscienze al Molecular Mind Laboratory (MoMiLAB) della Scuola IMT Alti Studi di Lucca ha infatti ottenuto in questi giorni un prestigioso “ERC Starting Grant” da parte dello European Research Council.

Sono soltanto 53 i ricercatori italiani ad aver ottenuto questo tipo di contributi di ricerca e il nostro Bernardi è doppiamente orgoglioso, perché fa parte dei 20 che spenderanno i soldi in Italia. “Gli altri 33 connazionali lavorano infatti all’estero, di conseguenza i contributi, pari a 1,5 milioni di euro a grant, andranno a istituzioni di altri Paesi”.

Il progetto finanziato, dal titolo “Tweak Dreams” (“regolare i sogni” – NdR), prenderà il via ufficialmente nel 2021 e si avvarrà di una rete di collaborazioni nazionali e internazionali, con il coinvolgimento di studenti di dottorato e giovani ricercatori IMT.

“È un progetto multidisciplinare che integra neuroscienze, bioingegneria, medicina, psicologia e scienze sociali, alla base del quale c’è una rivoluzione nello studio di quella funzione così importante e decisiva per l’organismo che è il sonno”, spiega il direttore IMT, Prof. Pietro Pietrini.

In pratica, che cosa indagherà questa ricerca?

“Un numero crescente di studi – illustra il giovane ricercatore – indica che coloro che riportano un sonno insoddisfacente presentano non di rado un aumento di attività rapida, simile a quella della veglia, in particolari regioni del cervello”.

“L’ipotesi alla base del progetto – prosegue – è che una modulazione mirata e non invasiva dell’attività di queste regioni cerebrali possa indurre un sonno più profondo, ossia un’attività più lenta, contribuendo a migliorare la qualità soggettiva del riposo e il benessere durante il periodo di veglia”.

Lo European Research Council (ERC) è l’agenzia europea che finanzia progetti di ricerca d’eccellenza, proposti da ricercatori emergenti o già affermati, operanti nelle università europee.

Il budget complessivo che l’agenzia ha gestito dal 2014, nell’ambito del programma Horizon 2020 è superiore ai 13 miliardi di euro. Per gli ERC Starting Grants ha investito quest’anno 677 milioni di euro, di cui circa 1,5 milioni per il progetto “TweakDreams” di Giulio Bernardi.

Oltre 3000 le domande di finanziamento pervenute, delle quali solo 436 finanziate. Con 53 ricercatori premiati, l’Italia è il paese di provenienza più rappresentato dopo la Germania, che detiene il primato con 102 grant ottenuti.

Photo by Rodrigo Pereira on Unsplash

Be the first to comment on "ERC Starting Grant a IMT per studiare il sonno"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.