I fattori prenatali di rischio: farmaci, droghe, infiammazione precoce

Farmaci, nicotina, infiammazione precoce: i fattori prenatali di rischio.SAN DIEGO – L’abuso di farmaci antidolorifici o di droghe da parte della madre, così come l’infiammazione precoce del cervello nel periodo prenatale, costituirebbero fattori di rischio a lungo termine non solo per il nascituro ma anche per le generazioni successive. Lo si apprende alla conferenza stampa dedicata ai fattori di rischio prenatali conclusasi in questo momento al meeting annuale della Society for Neuroscience (SfN).

L’abuso di farmaci e droghe da parte della madre è correntemente associato a un aumento del rischio per disturbi dell’apprendimento, problemi comportamentali, disturbi mentali nei bambini.

I nuovi studi presentati a Neuroscience 2010 chiariscono meglio i fattori neurobiologici implicati in questi processi a lungo termine. In particolare:

  • L’abuso di antidolorifici a prescrizione quali la morfina durante l’adolescenza della madre è in grado di alterare il cervello del futuro nascituro. Studi animali indicano infatti che una storia di abuso di farmaci da parte della madre può avere effetti significativi sia sui figli che sui nipoti (effetto multigenerazionale), anche se non assunti durante la gravidanza (Elizabeth Byrnes, PhD, abstract 271.5).
  • L’esposizione prenatale prolungata alla nicotina riduce la nascita di nuove cellule nervose nell’ippocampo, un’area del cervello fondamentale per la memoria e l’apprendimento. I risultati dei nuovi studi possono portare alla definizione di nuovi approcci per il trattamento dei disturbi dell’apprendimento e di altri deficit comportamentali associati a questo fattore di rischio (Robin Lester, PhD, abstract 852.18).
  • Il fumo in gravidanza può disturbare il regolare sviluppo del cervello. Nuove ricerche su animali mostrano come l’assunzione di nicotina da parte della madre influisce su geni importanti nella formazione e nell’azione della mielina, la sostanza che consente l’isolamento delle connessioni fra neuroni, accelerandone la trasmissione di segnali (Ming Li, PhD, abstract 269.2).
  • Un episodio di infiammazione precoce del cervello può implicare cambiamenti a lungo termine che aumentano il rischio di sviluppare dipendenza da sostanze in età adulta (Lir-Wan Fan, PhD, abstract 879.10).

“I circuiti neurali del cervello, formati da programmi genetici durante lo sviluppo dell’embrione, possono essere modificati attraverso interazioni con l’ambiente interno ed esterno. I risultati dei nuovi studi oggi presentati fanno maggiore chiarezza sullo sviluppo del cervello e sull’imperativo sociale di educare le madri sull’importanza di evitare qualsiasi sostanza dannosa per il nascituro”, ha dichiarato in conferenza stampa Yasmin Hurd, PhD, della Mount
Sinai School of Medicine.

Hanno preso parte alla conferenza stampa:

  • Elizabeth Byrnes, Tufts University Cummings School Veterinary Medicine, North Grafton, Mass.
  • Robin Lester, University Alabama At Birmingham, Birmingham, Ala.
  • Ming Li, University of Virginia, Charlottesville, Va.
  • Lir-Wan Fan, University of Mississippi Medical Center, Jackson, Miss.
  • Yasmin Hurd, Mount Sinai School of Medicine, New York, NY (moderatore)

References:

  • Abstract 271.5 Summary: Morphine Abuse During Adolescence Has Multigenerational Effects on Brain Animal study suggests mother’s previous drug abuse can have significant impact on her children and grandchildren – Lead author: Elizabeth Byrnes, PhD (508) 839-7986 Tufts University elizabeth.byrnes@tufts.edu North Grafton, Mass.
  • Abstract 852.18 Summary: Prenatal Exposure to Nicotine Affects Stem Cells in Hippocampus. Preliminary study may explain increased risk of learning disabilities among children whose mothers smoked during pregnancy – Senior author: Robin Lester, PhD (205) 934-4485 University of Alabama at Birmingham rlester@nrc.uab.edu Birmingham, Ala.
  • Abstract 269.2 Summary: Smoking During Pregnancy Affects Myelin Genes in Offspring. Problems with brain cell “insulation” may explain increased risk of psychiatric disorders among children whose mothers smoked during pregnancy – Senior author: Ming Li, PhD (434) 243-0566 University of Virginia ml2km@virginia.edu Charlottesville, Va.
  • Abstract 879.10 Summary: Early-Life Brain Inflammation May Increase Susceptibility to Drug Addiction in Adulthood. Study offers new insight into the neurological underpinnings of addiction – Senior author: Lir-Wan Fan, PhD (601) 984-2786 University of Mississippi Medical Center littlelifan@yahoo.com Jackson, Miss.

– –

Le altre conferenze stampa tematiche di Neuroscience 2010 in diretta su BrainFactor…

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.