Verso una neuroetica delle dipendenze

Verso una neuroetica delle dipendenze

TRIESTE – Seconda edizione della Scuola estiva di Neuroetica della SISSA (22-25 settembre), focalizzata sulle dipendenze. Organizza il Laboratorio Interdisciplinare per le Scienze Naturali e Umanistiche, in collaborazione con Società Italiana Tossicodipendenze, Società Italiana di Neuroetica e Filosofia delle Neuroscienze, Società Italiana di Storia, Filosofia e Studi Sociali della Biologia e della Medicina.

Le dipendenze sono una condizione di assoluto interesse per chi si cimenta con la neuroetica. Esse rappresentano un paradigma, una sorta di experimentum naturae che amplifica ed esemplifica i tratti più rappresentativi delle principali questioni con cui la neuroetica si confronta, come il libero arbitrio, l’autonomia, l’autocontrollo, i processi decisionali, la responsabilità, il conflitto tra ragione ed emozione.

La scuola vuole allo stesso tempo garantire uno spazio di formazione e discussione interdisciplinare tra chi fa ricerca di base e chi lavora in clinica, nelle professioni sanitarie e psicosociali, ma anche per chi si occupa di decisioni ed organizzazione delle politiche sulle sostanze psicoattive e della comunicazione sul tema.

Gli snodi etici ed epistemologici rappresentano la trama comune che attraversa i vari livelli da cui dipende e si manifesta la dipendenza, dalla biologia alla società. Il loro chiarimento può contribuire a migliorare non solo la reciproca comprensione tra discipline diverse e tra differenti dimensioni pratiche, ma rendere più efficace la ricerca e l'applicazione dei suoi prodotti in ambito medico, preventivo e giuridico.

Per queste ragioni la scuola può essere un'opportunità per studiosi che si occupano di filosofia, etica, bioetica, ma anche per specialistici che lavorano in clinica delle dipendenze, psicologi, educatori, ovvero anche per chi si occupa di organizzare la politica e gli interventi sociosanitari in tema di sostanze psicoattive e per chi, lavorando nel settore giuridico, voglia conoscere meglio come le neuroscienze stanno modificando i processi di giudizio e quelli decisionali in ambito giudiziario.

Scadenza per la presentazione delle domande di ammissione il 27 agosto. Per maggiori informazioni http://neuroetica.sissa.it  

Be the first to comment on "Verso una neuroetica delle dipendenze"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.