Neurofenomenologia dell’ictus

Può dirsi un vero e proprio studio “in prima persona” di una delle patologie neurovascolari più diffuse nel mondo quello di Jill Bolte Taylor, neuroanatomista dell’Harvard Brain Tissue Resource Center colpita anni fa (e poi ripresasi) da un grave ictus massivo.

“E’ una esperienza che pochi neuroscienziati hanno potuto fare”, sottolinea la Taylor durante il seminario TED a lei dedicato (TED Talks, Jill Bolte Taylor: My stroke of insight, 2008) mentre descrive “in soggettiva” il decorso del proprio ictus, che ha colpito una dopo l’altra le sue funzioni cognitive principali: movimento, linguaggio, autocoscienza. Filmato in lingua inglese.

About the Author

Marco Mozzoni
Direttore Responsabile

Be the first to comment on "Neurofenomenologia dell’ictus"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.