Neuroetica, a Padova con Adina Roskies

Neuroetica, a Padova con Adina Roskies.PADOVA – Si apre domani all’Università degli Studi di Padova il Convegno Scientifico Internazionale di Neuroetica. In chiusura di evento, alla presenza di Adina Roskies del Darmouth College (nella foto), venerdì mattina verrà presentata la Società Italiana di Neuroetica. Con l’occasione BrainFactor, fra i patrocinatori dell’evento, pubblicherà domani uno speciale BFJ Doaj dedicato alla Neuroetica.

“Neuroetica: nascita di una nuova disciplina, dai laboratori alla vita quotidiana” è il tema di quest’anno degli Incontri su Neuroscienze e Società organizzati da Andrea Lavazza del Centro Universitario Internazionale di Arezzo e da Giuseppe Sartori dell’Università di Padova.

Domani si parlerà di Neuroscienze sociali con Michela Balconi dell’Università Cattolica di Milano (intervento su Attitudine prosociale e risposta empatica nelle neuroscienze sociali), Stefano Cappa dell’Università Vita-Salute San Raffaele di Milano (Neuroetica e neuroeconomia), Eraldo Paulesu dell’Università Milano Bicocca (Il razzismo implicito), Giuseppe Sartori dell’Università di Padova (Neuroscienze forensi). Presiede Stefano Ferracuti dell’Università di Roma La Sapienza.

A seguire, i giovani ricercatori presenteranno le loro ricerche nella Poster session. Il “giovane” gruppo di ricerca che fa capo a BrainFactor (BrainFactor Research) sarà presente con uno studio di Francesco Margoni sul pensiero di Nietzsche a confronto con la ricerca scientifica odierna sulla morale, dal titolo evocativo “L’aurora della neuroetica”, in saluto alla nascente Società Italiana di Neuroetica.

Giovedì sarà il turno dei “Debates in Neuroethics”: la mattina focalizzata sui temi “Naturalism”, con John Bickle della Mississippi State University e Mario De Caro dell’Università Roma Tre (presiede Stefano Canali della Sissa di Trieste), e “Nativism”, con Jesse Prinz della City University of New York, Giorgio Vallortigara dell’Università di Trento (presiede Pietro Pietrini dell’Università di Pisa); il pomeriggio si parlerà di “Ethics and Biology”, con Michele Di Francesco dell’Università Vita-Salute San Raffaele di Milano, Shaun Nichols della University of Arizona (presiede Massimo Reichlin dell’Università Vita-Salute San Raffaele di Milano), ed “Enhancement”, con Neil Levy della Oxford University, University of Melbourne, Roberto Mordacci dell’Università Vita-Salute San Raffaele di Milano (presiede Vittorio A. Sironi dell’Università degli Studi di Milano Bicocca). Seguono le poster session per giovani ricercatori.

Venerdì infine, dopo la lectio di Adina Roskies del Darmouth College, la presentazione della Società Italiana di Neuroetica, all’interno della riflessione su “Cos’è la Neuroetica? Come declinarla?”, che vedrà le “voci a confronto” di Gilberto Corbellini dell’Università La Sapienza di Roma, Antonio Da Re dell’Università di Padova, Michele Di Francesco dell’Università Vita-Salute San Raffaele di Milano, Alberto Oliverio dell’Università La Sapienza di Roma, Raffaella Rumiati della Sissa di Trieste (presiede Andrea Lavazza del Centro Universitario internazionale di Arezzo).

L’evento si sovlge dall’8 al 10 maggio presso l’Aula Nievo di Palazzo del Bo, Università di Padova, in via VIII Febbraio 2. E’ possibile seguire lo streaming dell’intera manifestazione dal sito web www.fondazionebassetti.org

Nella giornata di domani sulle pagine di BrainFactor sarà disponibile “fresco di stampa” lo speciale BrainFactor Journal (BFJ – Doaj), Volume 5 Issue 3, 2013, sulla “Neuroetica”, in omaggio all’evento patavino.

Be the first to comment on "Neuroetica, a Padova con Adina Roskies"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.