Invecchiamento cognitivo, nuovo test per screening precoce MCI e demenza

test mciI ricercatori della Emory University di Atlanta hanno messo a punto e validato una batteria di brevi test cognitivi (MC-FAQ) per lo screening precoce di MCI e demenza non diagnosticata.

Lo studio è pubblicato sul Journal of Alzheimer’s Disease (N. K. Steenland et al., Development of a rapid screening instrument for Mild Cognitive Impairment and undiagnosed dementia, JAD, 2008).

La batteria consiste di un breve strumento di screening cognitivo (Mini-Cog) che richiede meno di 5 minuti di somministrazione al diretto interessato e della scala funzionale FAQ (Functional Activities Questionnaire), un questionario di 30 item relativo alla vita quotidiana del soggetto la cui compilazione viene effettuata da parte di un familiare.  

Comparato con una diagnosi consensuale formulata da un gruppo di neurologi e neuropsicologi supportati dai risultati di batterie cognitive tradizionali, MC-FAQ ha dimostrato una capacità predittiva della diagnosi (normali, MCI, dementi) con una accuratezza dell’83%; il nuovo test ha dimostrato inoltre una sensibilità dell’89%, una specificità del 90% e un valore predittivo positivo del 95% nel distiguere fra cognitivamente normali e non normali.

Considerata la brevità e la semplicità di somministrazione, il nuovo test può ambire ad essere utilizzato ampiamente nel contesto delllo screening precoce dell’Alzheimer, di cui l’MCI può rappresentare una fase prodromica. 

About the Author

Marco Mozzoni
Direttore Responsabile

Be the first to comment on "Invecchiamento cognitivo, nuovo test per screening precoce MCI e demenza"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.