Gay, lesbiche, bisex perseguitati da scuola e polizia

Gay, lesbiche, bisex perseguitati da scuola e polizia.

Rispetto agli eterosessuali, gay, lesbiche e bisessuali avrebbero circa il 40% di probabilità in più di essere espulsi da scuola, fermati dalla polizia da giovani e accusati di crimini da adulti. A parità di comportamenti. Lo rivela uno studio di Kathryn E. W. Himmelstein e Hannah Brückner della Yale University pubblicato in questi giorni su Pediatrics.

“Oltre a una evidente disparità di trattamento rispetto agli etero da parte del sistema scolastico e giudiziario, i giovani non eterosessuali sarebbero anche ad alto rischio per episodi di bullismo da parte di coetanei e abusi in famiglia”, aggiungono Kathryn E. W. Himmelstein e Hannah Brückner, autori della ricerca, basata sui dati del National Longitudinal Study of Adolescent Health, un campione ampiamente rappresentativo di adolescenti americani studiati longitudinalmente fra gli anni novanta e i primi anni del nuovo millennio.
“Gli adolescenti non eterosessuali – sottolineano gli autori – vengono puniti più severamente a scuola e dal sistema giudiziario rispetto agli eterosessuali della stessa età, a parità di comportamenti, specialmente le ragazze; e il fenomeno non è spiegabile attribuendo loro un maggiore coinvolgimento in attività illegali, perché ciò non corrisponde al vero”.
Il full text dello studio è disponibile in open access su Pediatrics, rivista ufficiale della American Academy of Pediatrics (AAP).
 
Reference: 
 

Be the first to comment on "Gay, lesbiche, bisex perseguitati da scuola e polizia"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.