Ecco un caso clinico, fammi vedere cosa sai fare; scuole di psicoterapia per la prima volta alla prova

Encomiabile il lavoro di un gruppo di giovani psicologi della Lombardia associati a Spazio IRIS e GPL che hanno saputo coinvolgere in maniera intelligente tante scuole di psicoterapia e molto prestigiose, invitandole alla prova del nove, cioè a mettersi in gioco per davvero di fronte a un caso clinico di quelli che dovrebbero essere cosa di tutti i giorni per chi sa fare bene il suo mestiere.

Apprendere dall’esperienza in questo caso ha significato: intanto fammi vedere cosa sai fare tu, poi ne parliamo. Questa volta infatti non è stato il docente a interrogare l’allievo, ma il contrario. Il futuro studente (cliente “prospect” direbbe chi si occupa di marketing) ha potuto toccare con mano gli elementi caratterizzanti i rispettivi indirizzi, non soltanto partecipando a interessanti laboratori esperienziali in cui ha avuto modo di respirare il clima umano oltre che di sperimentarsi con gli attrezzi del mestiere, ma anche di osservare l’artigiano all’opera, riuscendo a farsi un’idea più chiara, da diverse angolazioni, di come e in che misura le differenti tecniche siano in grado di rispondere alla domanda di clienti sempre più difficili, con pretese sempre più stringenti sia per tempi che per risultati.

Questo volume, che ho il privilegio presentare, raccoglie i contributi delle scuole che hanno partecipato alla prima edizione della Settimana dell’Informazione Terapeutica. Ha – a mio avviso – un valore inestimabile, perchè segna un punto di non ritorno dopo decenni di disquisizioni bizantine, quando non fumose punto, di tanta pubblicistica che ancora oggi affolla gli scaffali. E non c’è modo migliore di comprendere la validità (o la debolezza) di una teoria se non mettendola alla prova della pratica: è davvero in grado di fare quello che promette? Quanti e quali problemi mi consente di risolvere? È un modello che rispecchia il mio modo di essere, di immaginarmi nel ruolo di psicoterapeuta? Che cosa mi permetterà di fare di più e meglio rispetto a quanto so già fare di mio?

È un libro che risulterà prezioso a quanti stanno valutando l’iscrizione a una scuola di psicoterapia, che possono mettere a confronto i differenti inquadramenti, le ipotesi diagnostiche, i programmi di trattamento, le modalità e le tempistiche a partire da un “caso” comune. Allo stesso modo può essere illuminante per quegli studenti universitari che intendono familiarizzarsi precocemente con il mondo reale della clinica per orientare in maniera coerente i loro studi, e – perchè no? – anche a tutte quelle persone che si sono sempre chieste che cosa fa nello specifico uno psicoterapeuta rispetto allo psicologo o allo psichiatra e se può essere di aiuto anche per loro.

D’altra parte, infine, vanno ringraziate ed elogiate le scuole che hanno risposto con entusiasmo all’invito dei giovani psicologi. Non è per niente facile mettersi a confronto serenamente con i “competitor”, specialmente in un settore che nel nostro Paese ha visto spesso alternarsi chiusure conservative ad anacronistiche scaramucce. In un mondo sempre più complesso e privo di barriere, il nuovo non può che parlare il linguaggio dell’integrazionalità dei saperi, delle competenze, delle pratiche. Sembra che un primo passo – un passo importante – è stato fatto. Altri seguiranno. Questo libro, questi giovani, ne sono la migliore testimonianza.

Marco Mozzoni

“Ringraziamo i nostri partner e supporter, iniziando dal collega e amico Marco Mozzoni, che ci ha sostenuto in maniera impeccabile attraverso la sua rivista scientifica Brainfactor e che ha condotto e coccolato tutti i nostri ospiti, tra cui anche l’intervisione che rappresenta la genesi di questo scritto…” Il Gruppo SIT: Tiziano Schirinzi, Cecilia Pecchioli, Luca Granata, Matteo Baruffi, Laura Grimelli, Elettra Pezzica, Alice Baroni, Alice Quadri, Michela Lussu, Sara Timpanaro

Dalla Prefazione al volume conclusivo della Settimana dell’Informazione Terapeutica: “Quaderno di multivisione. Viaggio alla scoperta dei diversi orientamenti in psicoterapia attraverso l’analisi di un caso clinico”, Milano 2015 (disponibile gratuitamente in formato pdf)

Image credits: Shutterstock 

About the Author

Marco Mozzoni
Direttore Responsabile

Be the first to comment on "Ecco un caso clinico, fammi vedere cosa sai fare; scuole di psicoterapia per la prima volta alla prova"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.