Brainfactor, chi sono i lettori?

Idealmente votata ad aggregare ricercatori, dottorandi, studenti di neuroscienze e discipline affini, sono i più giovani a costituire il “nucleo duro” dei lettori di Brainfactor.

Sono i risultati di una elaborazione Brainfactor Research® su dati Google Analytics rilevati in brainfactor.it negli ultimi sei mesi, dal 1 gennaio al 31 giugno 2021.

La gran parte del “pubblico” rientra nella fascia d’età dai 18 ai 24, che pesa il 25,3% del totale; a questa si aggiunge il segmento 25-35 anni, che rappresenta il 25% dell’utenza.

Il 19% ha tra i 35 e i 44 anni, mentre il 14,5% rientra nel gruppo tra i 45 e i 54. Segue al 9,2% il pubblico più adulto dei 55-64enni, infine gli over 65 con un buon 7 per cento.

Distribuzione dei lettori per fasce d’età. Periodo primo semestre 2021. Brainfactor Research®

Per quanto riguarda il genere, prevalgono le femmine, al 58%, mentre il “peso” dei maschi resta al 42% del totale. Al momento il sistema non rileva dati specifici sulla popolazione LGBTQ+.

Pubblicando in lingua italiana, come area geografica prevale l’Italia, al 94%, mentre il restante 6% si distribuisce tra USA, UK, Germania, Svizzera, Francia, Spagna e – dato curioso – Indonesia.

Brainfactor viene consultata molto di più con lo smartphone (64%) che con il computer (34%) o il tablet (2%). Informazione preziosa per noi che “confezioniamo” il prodotto mediatico.

“Siamo contenti di non rappresentare la ‘normale’, statisticamente parlando; del resto anche i nostri Autori sono in gran parte giovani talenti della ricerca italiana”, commenta il direttore Mozzoni.

“Oltre a una palestra di giornalismo – ricorda – la testata è da anni in elenco ANVUR quale rivista scientifica valida per l’Abilitazione Scientifica Nazionale del MIUR”.

Photo by Stephane YAICH on Unsplash

Be the first to comment on "Brainfactor, chi sono i lettori?"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.