SNP, all’Italia il premio Gebhart

È il primo italiano a vincere il prestigioso riconoscimento “Alan J. Gebhart”, istituito dalla Peripheral Nerve Society, che premia annualmente l’eccellenza nella ricerca sul sistema nervoso periferico.

Guido Cavaletti (nella foto), prorettore e docente di anatomia umana all’Università di Milano-Bicocca, ha primeggiato per il suo recente contributo allo studio delle neuropatie da agenti tossici, con particolare riferimento agli effetti collaterali della chemioterapia antineoplastica.

Cavaletti ha coordinato diversi gruppi di ricerca internazionali nell’ambito delle neuroscienze precliniche e cliniche, focalizzandosi sullo studio traslazionale nel campo delle neuropatie periferiche, delle malattie immunomediate del sistema nervoso e della neurotossicità.

Può interessarti anche  Medicina: accesso francese? No, grazie

Be the first to comment on "SNP, all’Italia il premio Gebhart"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.