Laboratorio di Comunicazione Giornalistica – Università degli Studi di Milano Bicocca

 

Docente

Marco Mozzoni

Marco Mozzoni, professore a contratto
Università degli Studi di Milano Bicocca, Facoltà di Psicologia
Edificio U6, Piazza dell’Ateneo Nuovo 1, 20126 Milano
E-mail marco.mozzoni@unimib.it

Laboratorio di Comunicazione giornalistica - Marco Mozzoni

Providing students with a solid theoretical background and practice in journalism and communication, Journalism and Communication Lab at University of Milan Bicocca is designed to help participants achieve useful job skills to enter and succeed in the workplace. Activities will focus in particular on news agencies and online newsrooms.

Starting from the big question of every journalist: “Are there any news?” students are trained to structure and invited to reinforce on a daily basis their competence to find the adequate answer, in order to achieve in a short time the habit to frame events in terms of the Eight Factors of Journalism: Impact, Timeliness, Prominence, Proximity, Bizarre, Conflict, Currency, Human Interest.

The work is carried on by examining real sources and rumors and producing effective writings tailored to different audiences. The method can be summed up in one sentence: “Learning by experience”, which builds on the processes of self-discovery allowing to improve every individual talent and the specific interests of each student.

Anno Accademico 2013-2014

Finalità

Finalizzato a preparare gli studenti a un migliore inserimento nel mondo del lavoro, il laboratorio ha l’obiettivo di fornire ai partecipanti una solida base teorica e applicativa delle modalità mediante le quali si attua la comunicazione giornalistica, sia nel contesto del giornalismo in senso stretto (redazione di articoli per quotidiani, radio e tv, tradizionali e online) sia nel contesto del lavoro giornalistico effettuato all’interno di agenzie di comunicazione e uffici stampa (comunicati, cartelle stampa, infographics).

Le attività si focalizzeranno in particolare sul lavoro delle agenzie di stampa e delle redazioni online e multimediali – destinate a conquistare fette di mercato sempre più ampie – imparando a “confezionare su misura” l’informazione per le diverse piattaforme, caratterizzate da linguaggi, tempi e spazi giornalistici peculiari.

Argomenti

Imparando a rispondere autonomamente e adeguatamente alla domanda ricorrente “qual è la notizia?” (croce e delizia di ogni giornalista) gli studenti rinforzeranno in breve tempo l’abitudine a inquadrare gli eventi in termini di “Eight Factors” (Impact, Timeliness, Prominence, Proximity, Bizarre, Conflict, Currency, Human Interest), vagliando fonti e “rumors”, realizzando narrazioni ad effetto destinate a pubblici di riferimento diversificati.

Il metodo di apprendimento adottato nel laboratorio si riassume in una frase: “Learning by experience”. Fa leva sui processi di autoscoperta che consentono di valorizzare i talenti e gli interessi specifici di ciascuno studente, chiamato a imparare il “mestiere” facendosi da subito giornalista, proprio come all’interno di una redazione in cui il capo redattore (o il direttore responsabile) assegna lavori e svela man mano i “trucchi e le malizie”, fino all’avvenuta pubblicazione dei “pezzi” in pagina.

Gli studenti acquisiranno le principali tecniche di scrittura attraverso la stesura di articoli brevi in venti righe, interviste e inchieste di approfondimento su temi di stringente attualità, che spazieranno dall’economia al sociale, dalla cronaca alle nuove tecnologie, stimolando in questo modo la messa in campo delle competenze e delle conoscenze acquisite anche in altri corsi e laboratori attivati dall’Università.

Gli studenti familiarizzeranno inoltre con la deontologia professionale, conosceranno le modalità di iscrizione all’Ordine dei Giornalisti, nonchè le pratiche per la registrazione al Tribunale di una nuova testata nel contesto dell’ideazione di un business plan per una startup nel mercato dell’informazione. Simulazioni di conferenze stampa ed eventi giornalistici su materiali reali e una serie di visite alle redazioni di giornali, radio e tv con sede a Milano integreranno le attività di laboratorio.

Acquisizione CFU

Per l’acquisizione dei CFU è richiesta la partecipazione attiva al laboratorio, con la realizzazione in aula degli elaborati e delle attività concordate, oltre a una frequenza obbligatoria ad almeno il 75% delle lezioni.

Orari lezioni

Tutti i mercoledì mattina, dal 2 Ottobre al 18 Dicembre 2013 compresi, dalle 10:30 alle 12:30, presso il Laboratorio U9-906 informatizzato.

Nella Guida dello Studente

A pagina 149 – Codice E2003P019

Pagina istituzionale unimib

https://www.unimib.it/marco-mozzoni

Materiali del Laboratorio

Slide e materiali sono disponibili, ai soli studenti iscritti, accedendo al portale di e-learning dell’Università

Visite alle Redazioni

14-11-2013 Visita in Mediaset, Palazzo dei Cigni, Milano 2.
Incontro con il direttore Paolo Liguori e visita alle redazioni di TGCOM24, Studio Aperto, TG4, Striscia la notizia.

27-11-2013 Visita alla redazione di Avvenire, Piazza Carbonari, Milano

Anno Accademico 2012-2013

The Journalism Lab at University of Milano Bicocca is based on learning by experience and self-discovery. Students largely learn about journalism and new media by “being reporters” for the entire course, producing articles and publications, addressing challenges through the execution of individual and group tasks. Visits to the editors of newspapers, radio and TV integrate laboratory activities.

What is newsworthy? What are the most reliable sources of information for the various desks? How do media differ by format and contents? How to interview like a pro? How to make the right keywords analysis and search engine optimization to reach the largest number of readers? Working on several issues, students are encouraged to apply the “8 factors” of journalism in a daily routine: timeliness, impact, prominence, proximity, conflict, unusual, currency, necessity.

Obiettivo del Laboratorio

L’obiettivo del laboratorio è fornire una introduzione teorica e pratica alla professione giornalistica, con particolare riguardo al giornalismo scientifico.

Programma

Gli studenti impareranno a identificare le notizie, distinguere le fonti affidabili e i rumors. Acquisiranno inoltre le tecniche basilari della scrittura giornalistica, dalla strutturazione di “pezzi” in 20 righe, alla realizzazione dell’inchiesta, alla costruzione delle interviste. Uno sguardo più approfondito sarà dato alle agenzie di stampa e ai nuovi media, studiando la trasformazione della notizia sulle diverse piattaforme. Fra gli argomenti: “qual è la notizia?”; 5W, 3S, “8 factors”; le fonti; la narrazione; la scelta delle notizie; la “breve”, il servizio, l’intervista; la nota politica; come si sviluppa un articolo; come strutturare le domande per ottenere informazioni; come usare le citazioni delle fonti; cenni di deontologia giornalistica; il “professionista” e il “pubblicista”; come iscriversi all’Ordine dei Giornalisti; come registrare una testata giornalistica al Tribunale di competenza; come ottenere ISSN  e altre certificazioni.

Visite alle Redazioni

Gli studenti del Laboratorio partecipano su base volontaria a visite didattiche presso le Redazioni di importanti quotidiani, radio, tv con sede a Milano. Calendario:

  • 16/11/2012, ore 15:00 Visita alla Redazione di “Avvenire”, piazza Carbonari 3, Milano (MM Sondrio)
  • 03/12/2012, ore 20:00 Partecipazione alla trasmissione “L’Infedele” di Gad Lerner, La7, via Feltre 17, Milano (MM Udine) – puntata con Massimo Mucchetti e Cesare Geronzi (link alla registrazione)

Il Laboratorio su BrainFactor e DOAJ

Produzioni editoriali del Laboratorio pubblicate su BrainFactor

Gli “speciali”

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.