Giallo criminale al Premio di divulgazione scientifica

Giallo criminale al Premio di divulgazione scientifica.Sono 316, a oggi, le opere candidate al 1° Premio Nazionale di Divulgazione Scientifica, bandito dall’Associazione Italiana del Libro con il patrocinio del CNR. Fra queste anche il libro di Alessandra Gilardini, Marco Mozzoni, Lucio Tremolizzo “Giallo criminale e altre storie. I colori nelle neuroscienze” (Informant Editore, 2013). Verranno premiati gli autori che si saranno distinti per il carattere innovativo degli argomenti e l’efficacia e la chiarezza dell’esposizione.

Il premio è rivolto a docenti universitari, ricercatori, giornalisti e autori italiani con l’intento di affermare la centralità della ricerca e dell’informazione scientifica per il progresso della società, valorizzare il capitale di conoscenze scientifiche che l’Italia possiede, dare visibilità al talento di docenti, scienziati, ricercatori e professionisti italiani della comunicazione e dell’informazione nel campo della divulgazione scientifica, ampliare il dialogo del mondo della ricerca e dell’Università con la società, creando una cultura diffusa dell’innovazione e del sapere, favorire nei giovani l’interesse per la cultura scientifica.

Queste le aree tematiche individuate: Scienze matematiche, fisiche e naturali; Scienze del territorio e dell’ambiente; Scienze della salute; Scienze giuridiche ed economiche; Scienze umanistiche, sociali e della formazione. Alcuni particolari riconoscimenti saranno assegnati nell’ambito del Premio a autori di opere brevi (articoli, saggi, contributi), giovani autori (under 35 anni), editori di opere di divulgazione scientifica. Al premio concorrono le opere pubblicate nel 2012 e nel 2013.

Il termine di presentazione del 31 luglio è stato proprogato “in conseguenza dell’alto numero di candidature, molte delle quali si stanno concentrando in questi ultimi giorni creando un vero e proprio surplus organizzativo nel lavoro di segreteria, e vista la necessità di assicurare la partecipazione a tutti, il consiglio direttivo dell’Associazione ha fissato per i partecipanti che non sono riusciti ancora a proporre la propria candidatura un’elasticità di quindici giorni, con una scadenza improrogabile al 15 agosto 2013”, spiegano gli organizzatori del premio.

Può interessarti anche  Giornata della ricerca in Bicocca

Ampiamente il mondo dell’università e della ricerca nel comitato scientifico e nella giuria che deciderà i vincitori di questa prima edizione. Fra loro: Prof. Mario Alberghina, Facoltà di Medicina e Chirurgia, Università degli Studi di Catania; Prof. Giuseppe Boccignone, Dipartimento di Informatica, Università degli Studi di Milano; Prof. Eugenio Brusa, Dipartimento di Ingegneria Meccanica e Aerospaziale, Politecnico di Torino; Prof. Oreste Calliano, Dipartimento di Management, Università degli Studi di Torino; Prof. Domenico Campisi, Dipartimento di Ingegneria dell’Impresa, Università degli Studi di Roma Tor Vergata; Prof. Salvatore Carrubba, Libera Università di Lingue e Comunicazione; Prof. Umberto CERRUTI, Dipartimento di Matematica, Università degli Studi di Torino; Prof. Riccardo Faccini, Dipartimento di Fisica, Università degli Studi di Roma La Sapienza; Prof. Andrea Ferrara, Cosmologia, Scuola Normale Superiore; Dr. Marco Ferrazzoli, Capo Ufficio Stampa del CNR; Prof. Elisa Frauenfelder, Pedagogia generale e sociale, Università degli Studi Suor Orsola Benincasa; Prof. Antonio Maria Leozappa, Facoltà di Economia, Università del Salento; Prof. Marco Lombardi, Università degli Studi Suor Orsola Benincasa (Napoli); Prof. Maria Immacolata Macioti, Dipartimento di Scienze Sociali ed Economiche, Università degli Studi di Roma La Sapienza; Prof. Dante Maffia, presidente onorario dell’Associazione Italiana del Libro; Ing. Carlo Manna, Responsabile Studi e Strategie dell’Enea (Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l’energia e lo sviluppo economico sostenibile); Prof. Luciano Modica, Presidente dell’Accademia di Belle Arti di Firenze; Prof. Maurizio Oddo, Facoltà di Architettura, Università degli Studi di Enna Kore; Prof. Marco Ottaiano, Dipartimento di Studi Letterari, Linguistici e Comparati, Università degli Studi di Napoli L’Orientale; Prof. Massimiliano Pieraccini, Dipartimento di Ingegneria dell’Informazione, Università degli Studi di Firenze; Prof. Agostino Portera, Dipartimento di Filosofia, Pedagogia e Psicologia, Centro Studi Interculturali, Università degli Studi di Verona; Prof. Sandro Rogari, Facoltà di Scienze Politiche, Università degli Studi di Firenze; Prof. Massimiliano Savorra, Storia dell’Architettura, Università degli Studi del Molise; Prof. Franco Taggi, già Dirigente di Ricerca dell’Istituto Superiore di Sanità (Iss); Dr. Sesto Viticoli, vice presidente dell’Associazione Italiana per la Ricerca Industriale (Airi); Dr. Amedeo Amadei, Dipartimento di Medicina Sperimentale e Clinica, Università degli Studi di Firenze; Prof. Claudio Bonivento, Dipartimento dell’energia elettrica e dell’informazione “Guglielmo Marconi”, Università degli Studi di Bologna; Prof. Orazio Carpenzano, Dipartimento di Architettura e Progetto, Università degli Studi di Roma La Sapienza; Prof. Rosa Cera, Dipartimento di Studi Umanistici, Università degli Studi di Foggia; Prof. Bice Della Piana, Dipartimento di Management & Information Technology, Università degli Studi di Salerno; Prof. Marcello Donati, Dipartimento di Chirurgia, Università degli Studi di Catania; Prof. Angelo d’Orsi, Dipartimento di Studi storici, Università degli Studi di Torino; Prof. Francesco Felici, Fisiologia umana, IUSM – Università degli Studi di Roma Foro Italico; Prof. Marisa Martinez Persico, Lingua e letteratura spagnola, Università degli Studi Guglielmo Marconi di Roma; Prof. Antonio Miceli, Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali, Università del Salento di Lecce; Dr. Giuseppe Morello, Dipartimento di Scienze agrarie e forestali, Università degli Studi di Palermo; Dr. Gigliola Novali, Biblioteca della Scuola di Scienze sociali, Università degli Studi di Genova; Dr. Valeria Palumbo; Dr. Maria Beatrice Passani, Dipartimento di Neuroscienze, Psicologia, Area del Farmaco e Salute del Bambino, Università degli Studi di Firenze; Prof. Arianna Rotondo, Dipartimento di Scienze umanistiche, Università degli Studi di Catania; Dr. Elisabetta Rovida, Dipartimento di Scienze Biomediche, Sperimentali e Cliniche, Università degli Studi di Firenze; Prof. Antonella Russo, Dipartimento di Scienze Bio-mediche, Università degli Studi di Catania; Prof. Sonia Saporiti, German Studies and Literature, Università degli Studi del Molise;Prof. Paolo Scarpi, Dipartimento di Scienze del Mondo Antico, Università degli Studi di Padova; Prof. Giovanna Serenelli, Dipartimento di Medicina Clinica e Sperimentale, Università degli Studi di Perugia; Prof. Andrea Ungari, Relazioni Internazionali, LUISS – Libera Università Internazionale degli Studi Sociali Guido Carli di Roma; Prof. Gabriella Valera, Storia e Critica della Storiografia, Università degli Studi di Trieste; Prof. Anna Lucia Valvo, Ordinario di diritto dell’Unione europea, Università degli Studi Internazionali di Roma; Dr. Silvano Vergura, Dipartimento di Elettrotecnica, Politecnico di Bari; Prof. Antonio Viscomi, Dipartimento di Scienze Giuridiche, Storiche, Economiche e Sociali, Università degli Studi Magna Græcia di Catanzaro.

Può interessarti anche  Premio Giovani Ricercatori 2020, il bando

Einstein

Be the first to comment on "Giallo criminale al Premio di divulgazione scientifica"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.