Crimini relazionali nell’era digitale, il libro

Bullismo, mobbing, stalking, molestie. Non sono fenomeni nuovi, certo, ma nel contesto digitale che caratterizza ormai le nostre vite, hanno trovato modalità innovative con cui manifestarsi, potenziandosi nelle azioni e producendo effetti in molti casi tragici. Per questo dobbiamo considerarli veri e propri crimini, anzi “crimini relazionali”.

Così si esprime la psicologa e criminologa Isabella Corradini, direttore scientifico del Centro di Ricerche Themis di Roma, nel suo nuovo libro “Crimini relazionali nell’era digitale” (Edizioni Themis, 2019).

“La dicotomia virtuale-reale – spiega l’Autore – rischia di produrre fraintendimenti e significati fuorvianti, se non addirittura pericolosi, dal momento che spesso la gravità di certi comportamenti in rete viene sottovalutata in termini percettivi, in particolare da chi li mette in atto”.

Nel cyberbullismo, nel cyberstalking e nel cybermobbing infatti la vittima viene depersonalizzata e l’autore del reato tende a percepire la propria condotta come “meno grave”, razionalizzando il gesto con una “scusa logica” capace di giustificare a monte la messa in atto delinquenziale, liberandosi dai sensi di colpa.

Nel libro, ciascuno dei reati viene analizzato nelle sue specifiche dinamiche psicosociali, evidenziandone le caratteristiche peculiari nello scenario digitale e i profili normativi efficaci nel nostro Paese, comparati con quelli delle altre nazioni.

Un ampio capitolo, in chiusura di volume, è dedicato alla prevenzione e all’educazione digitale, con soluzioni concrete e fattibili che vedono rimessa al centro la “dimensione umana” quale elemento decisivo per vincere la sfida che ci attende nel prossimo futuro.

“Ogni mattina – scrive Lorella Zanardo nella prefazione – mi alzo e ringrazio il cielo che internet esista: se usata bene infatti la rete può essere un potente strumento di democrazia”.

Il ricavato della vendita del libro (prezzo di copertina 20 euro) verrà destinato a programmi di ricerca sul tema delle molestie.

Il libro:

Isabella Corradini, “Crimini relazionali nell’era digitale. Conoscere per prevenire”, Themis Edizioni, Roma 2019

Featured image credits: Kylie Walls. A silhouette of a young girl on the computer may be in danger due to a cyberbully or internet predator. Shutterstock.com

Be the first to comment on "Crimini relazionali nell’era digitale, il libro"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.