Alcol in gravidanza, i danni neurologici al feto

embrione alla quarta settimanaUna rassegna di oltre 500 pagine dei più recenti studi sullo spettro dei disordini feto-alcolici è stata realizzata e pubblicata dalla University of Canterbury per conto del Ministero della Salute della Nuova Zelanda (Elliott, L, Coleman, K, Suebwongpat, A, Norris, S. Fetal Alcohol Spectrum Disorders (FASD): systematic reviews of prevention, diagnosis and management. HSAC Report 2008). Il Fetal Alcohol Spectrum Disorder (FASD) descrive lo spettro di disabilità e di diagnosi associate all’esposizione prenatale all’alcol.

Questo gruppo di disturbi comprende la sindrome alcolica fetale (FAS), gli effetti alcolici sul feto (FAE), i danni congeniti alcol correlati (ARBD), i disturbi neuroevolutivi legati all’alcol (ARND). La FAS, forma di FASD clinicamente meglio riconoscibile, nel mondo occidentale è la principale causa di disabilità cognitiva non genetica (British Medical Association, 2007). La FAS consiste di deficit misurabili che includono caratteristiche malformazioni facciali, disturbi del cervello e del sistema nervoso, ritardo di sviluppo, mentre fra le condizioni associate vi sono malformazioni cardiache e renali, compromisisoni visive e uditive, difetti scheletrici e deficienze del sistema immunitario. L’azione teratogena dell’alcol può farsi sentire in qualsiasi fase della gravidanza. In particolare, l’esposizione all’alcol nelle prime tre settimane dal concepimento può danneggiare lo sviluppo iniziale del concepito e la formazione del tubo neurale. L’esposizione fra la quarta e la nona settimana può causare malformazioni del cervello e delle strutture craniche. Il modello di assunzione dell’alcol da parte della madre è fondamentale: l’assunzione intensiva di alcol (binge drinking) si associa con un più elevato tasso di anomalie FAS rispetto a un’assunzione dilazionata nel tempo. “La FASD – secondo gli Autori neozelandesi – è associata a un danno irreversibile dello sviluppo neurale e porta a conseguenze croniche per la persona, la sua famiglia e la società intera. Ma la FASD si può prevenire al 100% con astensione dall’assunzione di alcolici da parte delle persone in stato di gravidanza”.

About the Author

Marco Mozzoni
Direttore Responsabile

Be the first to comment on "Alcol in gravidanza, i danni neurologici al feto"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.