Compie 20 anni il Festival delle abilità differenti

È giunto alla ventesima edizione il Festival internazionale delle abilità differenti, quest’anno dedicato all’eccellenza nella differenza. L’evento, promosso dalla Cooperativa Sociale Nazareno di Carpi, consiste in una serie di iniziative programmate per tutto il mese di maggio tra Bologna, Carpi, Correggio, Riccione e Pavullo.

Davvero “pieno di vita” – come recita lo slogan – il programma del Festival 2018, con spettacoli di danza, musica, teatro, laboratori, proiezioni di film, presentazioni di libri, incontri e testimonianze. Protagonisti gli “artisti che non si sono arresi o nascosti di fronte al proprio limite, bensì lo hanno conosciuto, accolto e superato, investendo sui propri talenti e perseguendo i propri desideri”.

Ad esempio, domani 9 maggio, alle 21, presso il teatro Mac Mazzieri di Pavullo, nel modenese, lo spettacolo “Alice nel paese delle meraviglie”, messo in scena dalla compagnia Wemmicks, con la regia di Alessia Ingrami, una libera reinterpretazione del classico di Lewis Carrol per “invitare a riflettere sull’importanza della propria identità, unica e originale, tentando allo stesso tempo di stupire e divertire lo spettatore”.

Sabato 5 maggio appuntamento al Vescovado di Carpi per il Convegno di psichiatria, che prende spunto dall’ultimo libro di Giovanni Stanghellini “Noi siamo dialogo: antropologia, psicopatologie e cura”, per discutere di dialogo nel contesto della malattia mentale. Oltre all’autore, il vescovo Mons. Francesco Cavina, il direttore del Dipartimento salute mentale di Modena Fabrizio Starace e il presidente della cooperativa Nazareno, Sergio Zini.

Featured image credits: Africa Studio, Little boy sitting on sofa at home. Child autism. Shutterstock.com

 

Be the first to comment on "Compie 20 anni il Festival delle abilità differenti"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.