Divulgare la mente, il libro di Andrea Bucci

È un vero e proprio viaggio di esplorazione della mente sconfinata, tra le neuroscienze e la filosofia, quello di Andrea Bucci (firma promettente di Brainfactor per la sezione Filosofia della mente; nella foto), che in una serie di saggi in pillole, oggi sistematizzati a volume per le Edizioni Tabula Fati, riesce a darci contezza dello stato dell’arte dell’autoriflessione umana sull’organo pensante col quale ci interfacciamo ogni giorno col mondo e con noi stessi.

Certo è, o è stato finora, difficile far parlare discipline che partono apparentemente da premesse metodologiche così differenti, soggetti lontani anche per età anagrafica, come un vecchio e un bambino che cercano insieme di trovare la chiave di volta della vita. Ma forse è davvero questo il valore, rispetto a una ricerca monocorde, pregiudiziale in un verso o nell’altro, che rifiuta a priori invece di porsi in maniera autenticamente scettica di fronte alle cose.

Forse è proprio con la cosiddetta filosofia della mente che riusciamo a “ritrovarci”, dialogando tutti insieme nello stesso luogo, a fondere i linguaggi in modo reciprocamente vantaggioso, riconoscendo che – in fondo – l’umano è questo e quello allo stesso tempo, e quell’altro ancora; non si può spezzettare a comando e non è nemmeno da cucinare da zero con la ricetta dello chef del momento.

Non so se siamo già pronti a un passo in avanti evolutivo. Saturi di progressi meravigliosi ma estrinseci all’umano, in fondo restiamo quelli che principiarono col bastone, per strutture e per funzioni vitali. Non per nulla soffriamo di una sorta di “sindrome da cavernicolo”, come qualcuno l’ha già definita.

Ma i semi sono stati gettati. E tanti, mi sembra di capire, notando con immenso piacere gli interessi e la profondità di analisi dei giovani studiosi che si fanno avanti, ricercatori integrali, critici e costruttivi, come il nostro Autore, che non si lasciano più allettare – come noi ancora facevamo dieci anni orsono – dai dati degli studi e dalle belle immagini, ma ne cercano di comprendere il senso pieno, mettendoli alla prova di un bel bagno nel fiume della conoscenza umana; imprescindibile, se vogliamo davvero andare da qualche parte.

Esattamente dieci anni fa, nel settembre 2008, vedeva la luce Brainfactor, prima testata giornalistica italiana dedicata alle neuroscienze e alla ricerca sul cervello – oggi rivista critica di neuroscienze – di cui mi pregio essere tra i fondatori e direttore responsabile. Il presente volume non può costituire regalo migliore.

Estratto dalla presentazione di Marco Mozzoni al libro:

Andrea Bucci, “Divulgare la mente. Saggi sulla mente e le sue facoltà”, Ed. Tabula Fati, 2018

Be the first to comment on "Divulgare la mente, il libro di Andrea Bucci"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.