Fondamenti di Neuroscienze

Pubblicata dalla Casa Editrice Ambrosiana (CEA), che cura anche la versione italiana dei Principi di Neuroscienze di Eric Kandel, la prima edizione italiana dei Fondamenti di Neuroscienze si presenta come “un’opera fondamentale, di grande qualità scientifica e pensata per costruire un punto di riferimento di grande rilevanza, sia formativa, sia specialistica”.

Scritto a più mani da un centinaio di esperti dei più importanti centri di ricerca di tutto il mondo, il volume è curato da Larry R. Squire della University of California School of Medicine di San Diego (USA), già presidente della Society for Neuroscience (SfN), affiancato da Darwin Berg, Floyd E. Bloom, Sacha Du Lac, Anirvan Gosh e Nicholas C. Spitzer. L’edizione italiana, realizzata sulla quarta edizione americana pubblicata da Academic Press / Elsevier Science, è curata dai professori Luciano Fadiga e Giuseppe Spidalieri dell’Università degli Studi di Ferrara, con Laila Craighero, Alessandro D’Ausilio, Elisabetta Ferrari, Marzio Gerbella, Laura Grandi e Luciano Simone in veste di traduttori.

“Le neuroscienze sono un argomento vasto che si basa sulla premessa che sia il comportamento sia i processi cerebrali, nella loro totalità, abbiano origine nella struttura e nella funzione del sistema nervoso. Le neuroscienze attuali coinvolgono un’ampia serie di approcci che spaziano dalla biologia molecolare delle cellule nervose fino ad arrivare alle basi biologiche dei disturbi del comportamento, delle emozioni e della cognizione. Attualmente, è più forte che mai la necessità di un volume unico di introduzione alle neuroscienze. Le informazioni presentate in questo libro rappresentano la somma delle conoscenze raccolte nelle ultime centinaia di anni. Questo manuale è indirizzato a chiunque sia interessato alle neuroscienze. Durante la stesura ci siamo rivolti agli studenti di dottorato, immaginando che alcuni di voi possano avere background in biologia, alcuni in psicologia, alcuni in matematica o ingegneria, e alcuni, come me, in letteratura tedesca…” (Larry R. Squire)

Cinquanta i capitoli dell’opera, sviluppati in sette ampie sezioni, con oltre 1.200 pagine ricche di immagini a colori, diagrammi e 100 schede di approfondimento che aiutano il lettore nello studio di una materia complessa e giocoforza interdisciplinare. La prima sezione, dedicata ai fondamenti delle neuroscienze, propone una breve storia delle neuroscienze e illustra l’architettura del sistema nervoso. La seconda sezione, dedicata alle neuroscienze cellulari e molecolari, descrive gli elementi cellulari del tessuto nervoso, la sua organizzazione subcellulare, il potenziale di membrana e il potenziale di riposo, i neurotrasmettitori, i recettori, i segnali intracellulari, i potenziali postsinaptici, l’integrazione sinaptica, l’elaborazione dell’informazione nei dendriti, il metabolismo energetico cerebrale.

La terza sezione, dedicata allo sviluppo del sistema nervoso, spiega come si formano le strutture nervose, come si determinano le cellule, come avviene la neurogenesi e la migrazione cellulare, come si formano le sinapsi, inoltre fa luce sulla morte cellulare programmata, sui fattori neurotrofici, sull’eliminazione delle sinapsi, sullo sviluppo dendritico, sull’esperienza precoce e i periodi critici. La quarta e la quinta sezione sono dedicate ai sistemi sensitivi e al sistema motorio: vengono illustrati i “sensi chimici” cioè il gusto e l’olfatto, il sistema somatosensitivo, l’udito, il sistema visivo, il sistema motorio spinale e periferico, il controllo del movimento, i gangli della base, il cervelletto e i movimenti oculari.

La sesta sezione è dedicata ai sistemi regolatori: dopo una visione di insieme che mette in luce il ruolo chiave dell’ipotalamo, viene descritto il controllo centrale delle funzioni vegetative e l’organizzazione del sistema nervoso autonomo, il controllo nervoso delle funzioni respiratoria e cardiovascolare, l’assunzione di cibo e il metabolismo, l’assunzione di acqua e sali e l’omeostasi dei liquidi corporei, i sistemi neuroendocrini, il ritmo circadiano, la neurobiologia del sonno e del sogno, i “meccanismi” di ricompensa, motivazione e dipendenza.

Chiude il volume una sezione dedicata alle neuroscienze comportamentali e cognitive, che affronta l’evoluzione del cervello umano, lo sviluppo cognitivo e l’invecchiamento, la percezione visiva degli oggetti, la cognizione spaziale, l’attenzione, l’apprendimento e la memoria, il linguaggio, la corteccia prefrontale e le funzioni esecutive, la neuroscienza della coscienza, “una delle caratteristiche più enigmatiche dell’universo”.

Il libro:

Larry R. Squire, Darwin Berg, Floyd E. Bloom, Sacha Du Lac, Anirvan Gosh, Nicholas C. Spitzer, “Fondamenti di Neuroscienze”, Casa Editrice Ambrosiana (CEA), 2016

Featured image credits: Shutterstock

 

Be the first to comment on "Fondamenti di Neuroscienze"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*